Concorso PIADINA D'AUTORE    11° edizione

Sorrivoli - martedì 11 ottobre 2005

Manuela e Nadia tutte d'oro.

Le regine della piadina sono le due ragazze che gestiscono il chiosco "Gradisca" a Longiano e che hanno vinto il titolo di migliori "azdore" del cesenate assegnato martedì sera al Castello di Sorrivoli.

La gara ha visto coinvolti sei chioschi: oltre alla vincitrice del Carlino d'Oro (Cinzia Branzaglia - che ha ottenuto più voti dai lettori del Resto del Carlino e che per questo ha partecipato di diritto)
c'era "Mica Mat" che difendeva il titolo conquistato la scorsa edizione, Susi Ceci, Giuliana Nucci ed "Il Quadrifoglio"di Paola Casadei selezionate da una giuria.

 

Una piastra, il mattarello, qualche paletta
ed un paio di coltelli.

Sei buste con gli impasti preparati a casa,

i grembiuli colorati ed il sudore che arrossa il viso

sopra il fornello acceso.

Si è combattuta con queste armi la gara

che consisteva nel far assaggiare ad una giuria

la piadina preparata nel corso di una cena
a base di prodotti tipici.

A ottenere più consensi è stato dunque l'impasto
di Manuela Bianchi e Nadia Pedrelli.

A loro sono andati la "piadina d'oro"

ed una medaglia del tribunato dei vini di Romagna offerta dal senatore Lorenzo Cappelli,

mentre tutti gli altri partecipanti sono stati premiati

con la "piadina d'argento".


 

La serata è stata anche una festa gastronomica alla quale hanno partecipato

molti buongustai che hanno avuto modo di gustare un menù messo a punto per l'occasione

dalle cucina del Castello e di assaggiare le piadine concorrenti.

Alla serata, organizzata dalla Confesercenti Cesenate, era presente anche il sindaco Conti.

Il ricavato della serata servirà a contribuire alla ristrutturazione del Castello di Sorrivoli.

La manifestazione ha avuto il contributo della Cantina Braschi di Mercato Saraceno,

della Coop. La Centenara di Sorrivoli, dei Fratelli Terranova di Cesena

e del Molino Suzzi di Saiano di Cesena

 

 

- F I N A L I S T E -

BIANCHI MANUELA e PEDRELLI NADIA
(Gradisca)

Longiano Piadina d'oro
BRANZAGLIA CINZIA S. Vittore di Cesena Piadina d'argento
CASADEI PAOLA
(Il Quadrifoglio)
Cesena Piadina d'argento
  CECI SUSI S. Egidio di Cesena Piadina d'argento
GIULIANINI MICHELA
(Micamat)
Cesena Piadina d'argento
NUCCI GIULIANA Montepetra (Sogliano al Rub.) Piadina d'argento

   

Premio Carlino d'Oro

Ha vinto la piadinara con una laurea da farmacista che, senza rinunciare al camice bianco, piuttosto che vendere aspirine ha preferito cucinare la piadina.

E' Cinzia Branzaglia, il cui chiosco di San Vittore è riuscito ad accumulare 1077 voti che le hanno permesso di diventare per il secondo anno consecutivo la regina della piadina grazie ai lettori del Resto del Carlino.

<La nostra famiglia gestisce il chiosco dal 1963 - racconta - e mi vengono a trovare clienti anche da Forlì e Rimini: dicono che il mio impasto, una volta assaggiato, non si smette più di mangiarlo. La specialità? Il crescione zucca e patate, gettonatissimo nella Valle del Savio>.
Questa edizione del concorso ha battuto ogni record facendo piovere in redazione 4515 tagliandi e coinvolgendo in tutto 28 chioschi.

Ecco la classifica:

CLASSIFICA PREFERENZE

1077

919

733

404

210

195

180

162

108

70

64

62

51

47

43

Cinzia Branzaglia

Micamat

Marina Guidazzi

Norma Broccoli

La Pida

80 voglia di piada

Donatella Ricci

Piadina del Borgo

E Chiuschet

SergioCangini

Elsa e Willy

Gradisca

Franca

Ruggero Balzani

Daniela

34

31

26

22

20

20

12

10

9

3

1

1

1

 

Cristina

Antichi Sapori anni 30

Luciana Salvatore

Maria Cellini

Piadina di v.le Europa

Pasquale Zani

Piadina di Susy

Melania Facciani

Emma

Stefano Muccioli

Da chì mat

Maria Pia Guerra

La Pergola

 

 

 

CLASSIFICA GENERALE

 

Si ringrazia don Pasquale per l'ospitalità.

Il ristorante del Castello di Sorrivoli.

 

Per l'occasione sono state esposte le opere della Cooperativa Sociale TOTEM (onlus)

di Calisese di Cesena.

La cooperativa è formata da artigiani, professionisti, artisti e volontari che desiderano condividere le proprie conoscenze ed abilità professionali con persone portatrici di svantaggio, disagio sociale e sofferenza psichica.

Attraverso l'esperienza lavorativa, dove pratica artigianale ed esperienza artistica si coniugano, IL TOTEM intende realizzare obiettivi sia di natura terapeutica e sia di natura formativa e non fa assistenzialismo ma promuove l'inserimento lavorativo di persone disabili fornendo loro un'opportunità lavorativa e di miglioramento delle relazioni sociali e dello stile di vita.

Associazione per la valorizzazione della piadina romagnola
Confesercenti Cesenate
Circolo culturale "Il Castello"
Associazione culturale "Romagna Città Futura"
Slow Food condotta di Cesena
Tribunato dei vini di Romagna
Conservatoire des cuisines mediterraneennes
patrocinio de "il Resto del Carlino"

dischetto (anim).gif (10730 byte)«««««« ... torna all'indice "Iniziative ed Avvenimenti".